Magda Poli

Napoleone

Seguendo il ritmo incalzante di un’indagine giornalistica, all’incrocio tra finzione drammatica e ricerca documentaria, una prova di “teatro inchiesta” che restituisce il ritratto, pubblico, privato, umanissimo, d’una leggenda chiamata Napoleone.

IL LIBRO: Cosa accadrebbe se uno storico contemporaneo, calato nei panni del giornalista puntiglioso e obiettivo, potesse incalzare i testimoni di un’età tanto grandiosa quanto controversa? In questa prova di “teatro inchiesta”, Magda Poli gioca gli infiniti risvolti delle possibilità. L’autrice libera sulla scena le remote voci del passato, sviluppando un dialogo immaginario, serrato, senza esclusione di colpi, tra un anonimo narratore e i principali protagonisti del periodo napoleonico. Oltre i confini del genere biografico, nell’acceso contrapporsi dei giudizi, la pièce fissa un ritratto a tutto tondo dell’uomo di Brumaio, moderno Prometeo capace di scuotere i troni della vecchia Europa. Sottratto all’agiografia del mito, liberato dall’ipoteca della propaganda conservatrice e reazionaria, Bonaparte recupera la plasticità del tempo umano. Emerge così una figura contraddittoria, sospesa tra pubbliche virtù e vizi privati, grandezza e miseria, cinismo e ideali, stratagemmi della realpolitik e tensione emancipatrice, brutale tirannide e universalismo dei diritti. Alternando le testimonianze in presa diretta alle sentenze dei posteri, le voci dei soldati ai fini pareri di artisti, intellettuali, poeti, mischiando le confessioni intime di familiari e congiunti alle impressioni di personalità eccellenti (tra cui Gioacchino Murat, Klemens von Metternich, Emmanuel de Las Cases), Napoleone compone – tassello dopo tassello – il mosaico di un’epoca dopo la quale niente fu più come prima. Al contempo rimuove i veli che celano le origini della leggenda.

L’AUTRICE: Magda Poli è una delle più note osservatrici della scena drammaturgica italiana e internazionale, di cui ha scritto tra il 1979 e il 1986 per il Giornale. Attualmente si occupa di critica teatrale sulle colonne del Corriere della Sera. È autrice di Milano in piccolo (Rizzoli, 2007) e, insieme a Ferruccio Soleri, di Servitore d’Arlecchino. Cinquant’anni di teatro e di vita dietro la maschera in uscita per Rizzoli. Per Sandro Teti Editore ha pubblicato i testi delle pièces Era solo ieri (2011) e Un mare di inchiostro per un mare di sangue. La Grande Guerra (2011).

Il mondo appartiene a Bonaparte… da vivo egli ha mancato il mondo, da morto lo possiede. Dopo aver subìto il dispotismo della sua persona ci tocca subire il dispotismo della sua memoria.

François-René de Chateaubriand

autore: Magda Poli
titolo: Napoleone
pagine: 95
prezzo: 9,00 €
ISBN: 9788888249346

Share This