È scomparso Simcha Rotem

lunedì 7 gennaio 2019

Il 22 dicembre 2018 è morto all’età di 94 anni Simcha Rotem, ultimo sopravvissuto della rivolta del Ghetto di Varsavia. Siamo particolarmente orgogliosi di avere reso disponibili al lettore italiano le memorie di questo eroe entrato appena diciannovenne nei ranghi della Żob, l’Organizzazione ebraica di combattimento.

«Simcha in ebraico è un forte sostantivo femminile che significa gioia, esultanza, divenuto poi nome proprio di persona di genere maschile. Suonerà forse beffardo ai lettori di questa straordinaria testimonianza, ma ben si addice a simboleggiare l’energia vitale di Simcha Rotem, l’indomito protagonista della rivolta del ghetto di Varsavia, uno degli episodi più eroici e tragici della storia. Lui l’ha scritta malvolentieri, non è uomo amante delle vanterie.
Combattere i nazisti sempre in prima linea sarà l’imperativo da cui Simcha Rotem faticherà a desistere anche dopo la fine della guerra, dopo che è rientrato da Lublino a Varsavia liberata con l’appoggio della filosovietica Armia Ludowa. Sperimenterà le diffidenze del nuovo regime e la persistenza del retaggio antisemita che avvelenava la Polonia post-bellica. La ricerca di una nuova patria ebraica, lontano da quelle macerie, viene rivendicata qui come una scelta maturata fin dal principio della resistenza come unica prospettiva augurabile. La testimonianza di Simcha Rotem suscita ammirazione e gratitudine. Che non vada perduta».

Gad Lerner

Share This